ANAAO ASSOMED PIEMONTE

ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

ANAAO ASSOMED PIEMONTE - ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

Ema. Italia presenta ufficialmente la candidatura di Milano. Lorenzin: “Italia in pole position ma competizione sarà durissima”

Presentata oggi a Bruxelles la candidatura italiana per la nuova sede dell’Agenzia europea del farmaco. Lorenzin: “Milano ha un atout in più rispetto alle altre, sia per la posizione strategica che per l’eccezionale rete scientifica di cui dispone. Questo ci permette di essere molto competitivi e di garantire ad Ema non solo la continuità ma anche una rete di know how che potrà permettere all’Agenzia di essere immediatamente operativa”.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

«Basta violenza, basta aggressioni in corsia». Le donne medico scrivono a Mattarella

Dopo i drammatici fatti di Trecastagni, la violenza sessuale contro una guardia medica notturna in un ambulatorio di continuità assistenziale, ieri si è registrata l’ennesima aggressione contro il personale sanitario del Ssn, stavolta a Pozzuoli. Nei giorni scorsi il neonato coordinamento nazionale delle donne medico, delle istituzioni ordinistiche, dei Sindacati e delle associazioni scientifiche, ha inviato una lettera ai ministri Minniti e Lorenzin, ancora senza riposta. Giovedì 28 settembre è stata indetta una manifestazione a Catania, (corteo ore 10-12, partenza da piazza Santa Maria La Grande fino alla prefettura) dal titolo «No alla violenza, sì alla salute e alla sicurezza nelle Guardie Mediche. Le donne in prima fila».
Leggi l’articolo completo su Sanità24.it
Leggi anche Aggressione medici. Coordinamento Donne Medico a Mattarella: “Intervenire subito, a rischio il diritto alla salute” (Quotidianosanità.it)

Dirigenza medica, atto di indirizzo sotto la lente Mef. Le richieste dei sindacati

Dovrebbe uscire dalle secche entro una decina di giorni l’Atto di indirizzo per il rinnovo del contratto della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria. A frenare ancora il comitato di settore Regioni Sanità sono i rilievi del Ministero dell’Economia su tre voci che le regioni vorrebbero includere nel nuovo contratto: recupero della Ria, inserimento dell’indennità di esclusività nel monte salari e copertura assicurativa del medico, alla luce di quanto previsto dalla legge Gelli sulla responsabilità professionale e il rischio clinico. È quanto emerso dall’incontro che si è svolto ieri a Roma tra Comitato di settore e sindacati dei camici bianchi su richiesta degli stessi sindacati.
Leggi l’articolo completo su Sanità24.it

La settimana in Parlamento. In Commissione Sanità al Senato si decide il destino del biotestamento. Verso la chiusura del ddl Lorenzin in Commissione Affari Sociali

Il prossimo martedì si attende il parere della Commissione Affari Costituzionali del Senato sul testamento biologico. A quel punto la relatrice del testo per la Commissione Sanità potrà preparare la sua relazione e, sulla base del numero di emendamenti che potrebbero essere ritirati, decidere di proseguire l’esame del provvedimento in XII Commissione o chiedere l’invio il testo in Aula. Si va verso l’approvazione del Ddl Lorenzin in Affari Sociali alla Camera.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Il ruolo di Donna Medico oggi: un’opportunità da ri-considerare

Gentile Direttore,
l’episodio ultimo della nostra collega di Catania è indegno di un paese civile. E di questo lo Stato, le Regione e le Istituzioni se ne devono far carico. L’evento deve essere denunciato a voce alta per richiamare l’attenzione sì sulla sicurezza negli ambienti di lavoro, ma soprattutto sul ruolo della Donna medico oggi, in un contesto lavorativo difficile, per nulla flessibile sugli orari di lavoro, tempi di vita e ostativo alle politiche di conciliazione di carattere familiare e personale.
Leggi il testo completo della lettera al Direttore di Quotidianosanità.it scritta da Concetta Liberatore – Donna e medico – Anaao Assomed Toscana

Alla Stato-Regioni il Piano nazionale di ricerca sanitaria 2017-2019. Stabilite le interazioni tra tutti gli attori di ricerca

Il PNRS presenta le linee programmatiche su cui orientare la ricerca sanitaria nazionale del (e per il) Ssn. Il documento individua gli elementi d’interesse del ministero della Salute, la strategia nazionale di specializzazione intelligente su cui Amministrazioni centrali – ministeri della Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e dello Sviluppo Economico (MISE) – Amministrazioni regionali e il partenariato economico e sociale si confrontano e condividono le scelte strategiche delle policy in tema di ricerca e innovazione.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it