ANAAO ASSOMED PIEMONTE

ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

ANAAO ASSOMED PIEMONTE - ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

Ddl Lorenzin. Possibile approdo anticipato in Aula il 20 dicembre. Gelli (Pd): “Impegno per far approvare la riforma rapidamente”

Dopo il via libera al Biotestamento, l’Aula del Senato sarà impegnata il prossimo martedì sul nuovo regolamento del Senato. Lo stesso giorno si riunirà poi la Capigruppo per decidere il calendario. La legge di Bilancio dovrebbe essere approvata con il voto di fiducia alla Camera la prossima settimana e tornare al Senato non prima del 21 dicembre. Quella breve finestra temporale potrebbe essere utilizzata per approvare il Ddl Lorenzin.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Ddl Lorenzin. Il tempo stringe per la sua approvazione finale. Ecco cosa potrebbe accadere

La data più accreditata per le elezioni politiche secondo molti retroscena odierni sulla stampa sarebbe il 4 marzo 2018, con possibile scioglimento anticipato delle Camere prima di Capodanno. Se così fosse resterebbero pochi giorni di lavoro per l’Aula e, stando all’attuale calendarizzazione, ci sarebbero ben 6 provvedimenti da esaminare prima di poter votare la riforma degli ordini delle professioni sanitarie. Ce la farà a passare il Ddl Lorenzin?
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Sciopero nazionale dei medici e dei dirigenti sanitari: adesioni fino all’80%. “La sanità ha chiuso oggi per non chiudere per sempre. Siamo rimasti solo noi a difendere la sanità pubblica”

Arrivano i primi dati sulle adesioni allo sciopero da parte dei sindacati che avvertono la politica: “Ci ricorderemo di voi alle prossime elezioni”. “Siamo rimasti solo noi a contrastare una condanna a morte annunciata della sanità pubblica che sta travolgendo insieme i diritti dei cittadini, che vedono sottrarsi prestazioni giorno dopo giorno o trasferirle a carico delle loro tasche, e quelli dei medici e dei dirigenti sanitari, dei quali ruolo, dignità e valori professionali sono marginalizzati in una logica di abbandono”.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi i commenti del Segretario Nazionale Anaao Assomed, dr. Costantino Troise, su Quotidianosanità.it
Medici Ssn in sciopero per 24 ore, la sanità si ferma per non crollare. Adesione fino all’80% (Sanità24.it)

“Le percentuali di Pil non mi appassionano. I soldi per il Ssn ci sono ma bisogna spenderli bene. E con la legge di Bilancio avremo finalmente gli strumenti per verificare che tutti lo facciano”. Intervista al direttore della programmazione del Ministero Andrea Urbani

“La nuova legge di bilancio darà al Comitato Lea la possibilità di misurare gli impatti orizzontali dei farmaci innovativi per valutare un eventuale migliore allocazione delle risorse. Per questo ho chiesto una gap analysis di tutto quello che manca nel Ssn. Per fine gennaio avrò i risultati del lavoro che consentiranno la rimodulazione dei Drg, di rifare le linee guida della contabilità analitica, solo per citare alcuni interventi. La fase successiva sarà quella di sfidarci sugli outcomes, perché la finalità ultima dei Ssn non è erogare prestazioni ma curare i cittadini e non è scontato che le le due cose si equivalgano”
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Sit-In alle Molinette

Stamattina, in occasione dello sciopero generale dei Dirigenti Medici e Sanitari, di fronte alle Molinette si è svolto un sit-in di protesta a cui hanno partecipato tutte le sigle della Dirigenza Medica. Un secondo sit-in si è tenuto davanti all’Ospedale Oftalmico. I primi dati sulla partecipazione nazionale allo sciopero indicano punte di astensione dal lavoro dell’80%, a dimostrazione della forte esasperazione della categoria.

Continua a leggere

Oggi stop dei camici bianchi: nei reparti garantiti solo gli interventi urgenti

Molto dipenderà dal tasso di adesione, reparto per reparto, ma non ci sono dubbi che oggi sarà una giornata difficile per la Sanità, investita dallo sciopero nazionale di 24 ore del personale della dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, professionale e tecnica proclamata dai sindacati di categoria. Una levata di scudi, prevista dai sindacati e innescata da diversi fattori: dal blocco delle trattative contrattuali, ferme da anni, al definanziamento della Sanità, al complessivo peggioramento delle condizioni di lavoro del personale ospedaliero.
Leggi l’articolo completo su La Stampa.it edizione Torino, con le dichiarazioni di Mario Vitale – Segretario Regionale Anaao Assomed e di Rosella Zerbi – Membro Direzione Nazionale Anaao Assomed