Rassegna stampa nazionale di mercoledì 12 settembre

Selezione delle notizie a cura dell’Ufficio stampa #anaaoassomed

ANAAO SULLA STAMPA

Contratto, parla Carlo Palermo (ANAAO): «Sbloccare RIA? La chiave è reinterpretare Legge Madia o intervenire in Legge bilancio». Intervista a Carlo Palermo, Segretario Nazionale Anaao Assomed.
SANITÀ INFORMAZIONE – leggi l’articolo – guarda la video-intervista

Fondi sanitari e integrativi: l’evoluzione della normativa.
QUOTIDIANO SANITÀ

Aggressioni ai sanitari. Pene più severe, polizia negli ospedali, piani speciali dei Prefetti e guardia medica protetta. La proposta della Lega. L’articolo cita la posizione Anaao Assomed.
QUOTIDIANO SANITÀ

EMILIA ROMAGNA. Pronto Soccorso intasati, in Emilia Romagna si accende il confronto: poco filtro dal territorio. Il commento di Ester Pasetti, Segretaria Anaao Emilia Romagna.
DOCTOR33

CAMPANIA. Asl Na 1. Associazione cattolica nei consultori, le donne insorgono e la Asl ritira la delibera. Il commento di Enzo Bencivenga (Segretario Anaao Campania) e Carlo Melchionna (Segretario Anaao Azienda NA1).
QUOTIDIANO SANITÀ

FRIULI VENEZIA GIULIA. PS di Latisana, sul numero dei medici in pronto soccorso è scontro tra i sindacati.
MESSAGGERO VENETO UDINE

PENSIONI

Via dal lavoro a 62 anni, patto con le imprese sul turn over. Proposta della Lega per superare la Fornero, per quota 100 serviranno 38 anni di contributi.
IL MESSAGGERO

VERSO LA MANOVRA

Le tre ragioni per cui l’Italia è più vulnerabile.
IL SOLE 24 ORE

LAVORO

Commercio, trasporti, sanità: dove sono i lavoratori della domenica. Basta una veloce ricerca sui siti specializzati nel recruiting online per trovare un buon numero di annunci diretti a lavoratori disponibili a lavorare anche di domenica. Un requisito indispensabile. Il fenomeno non riguarda solo il commercio, ma anche molti altri settori, a partire da quello dell’accoglienza (alberghi e ristoranti). E la lista si allunga se si considerano anche i tanti stagionali.
IL SOLE 24 ORE

Laureati, Italia maglia nera. E il 35% non trova un lavoro. Dal 2013 al 2016 il numero di ragazzi che è andato a studiare all’estero è salito del 36%
IL MESSAGGERO

Leggi gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *