fbpx

Questo Assessore è un pericolo per la sanità pubblica (resoconto incontro avvenuto al Palazzo della Regione)

7 Risposte

  1. Giano ha detto:

    Davvero ci lasci senza parole!

  2. marzia ha detto:

    strabiliante!!! per essere un NON SANITARIO e parlare con disinvoltura di “appropriatezza” …

  3. PaoloB. ha detto:

    Un po’di amor proprio Ingegnere!!! O pubbliche scuse (e non quelle precisazioni menzognere del 19/2) ai Cardiologi di Moncalieri ed ai medici del Valdese e del SanLuigi, mentre NULLA vien fatto per potare i VERI tralci secchi, oppure abbia la dignità di dimettersi!!! E si ricordi che i medici ed il bel fare restano(perchè indispensabili, nonostante Lei faccia di tutto per metterli in mobilità) mentre di Assessori alla Sanità(anche afflitti dal complesso del Salvatore) se ne son visti tanti e son passati tutti senza lasciar traccia nella memoria della gente!!!Provi a chiedere…..
    Addio…..senza rimpianto.

  4. Massimo ha detto:

    Purtroppo questa è la politica regionale,nel Cuneese si preparano a chiudere strutture perfettamente funzionanti e ristrutturate da poco con soldi pubblici,hanno scritto sui giornali scuse veramente imbarazzanti e dire che ad inizio del 2012 tutti scrivevano che la sanità cuneese era un buon esempio di efficienza…..ricorderemo questi politici e i vari direttori ultimamente incaricati come un esempio di professionalità e serietà, sicuramente meritano una promozione, non mi stupirei affatto se un giorno aprendo un qualsiasi giornale l’attuale assessore diverrà ministro della sanità e i vari direttori efficienti saranno assessori…..purtroppo questa è l’ Italia… Viva la meritocrazia..

  5. Vincenzo gay ha detto:

    Per chi ha conoscenza del mondo sanitario i “numeri” dati (fatti) dall’Assessore nell’ultimo incontro con i Sindacati non possono che confermare la sua incapacità a fornire risposte adeguate all’attuale difficile momento.Si va avanti con scelte demagogiche che nulla hanno a che vedere con i provvedimenti che si dovrebbero attuare,magari “di concerto” con chi ogni giorno si confronta con i problemi reali di questo mondo. Sono stati istituiti tavoli tecnici su materie importanti ma non si è ancora approdati a nulla.Forse le logiche seguite dal nostro assessore rispondono a criteri che nulla hanno a che vedere con il razionale? Forse si vogliono raggiungere obbiettivi che noi non siamo in grado di intravedere? Il quadro che ci si presenta mortifica pesantemente, e indistintamente, tutti coloro che operano con impegno e professionalità nel mondo sanitario. Siamo stufi di apprendisti stregoni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.