fbpx

Anaao Assomed Piemonte News

La grande fuga dei medici ospedalieri in Piemonte

Sempre più medici ospedalieri cercano realizzazione professionale e miglioramento della qualità di vita al di fuori dell’ospedale. Nel 2019, in Piemonte un totale di 292 dimissioni volontarie, dati in forte aumento dal 2017.

Se il territorio funziona, l’ospedale funziona. Ma se l’assistenza domiciliare è affidata alle RSA, il territorio funziona?

La scelta migliore per il paziente è la cura a domicilio. Ma questa cura deve essere competente, finanziata, accessibile, capillare e continuativa. Non vorremmo che la Delibera, che affida la domiciliarità alle RSA, partendo da una emergenza gettasse le basi per una gestione strutturale della Sanità territoriale. Demandandola al privato accreditato, proprio quando la pandemia Covid ha dimostrato l’importanza del Sistema pubblico.

Il rischio “calcolato”. L’India: il populismo provoca solo morti (parte seconda)

Se la situazione in Sudamerica è gravissima quella dell’India è oltre l’immaginabile. Molto simile probabilmente alla situazione della pandemia del 1918 durante la seconda ondata autunnale.
Le testimonianze e le immagini lasciano senza parole. Nei centri abitati vi sono morti ovunque: in famiglia, tra i conoscenti, tra gli amici. La ricerca di bombole di ossigeno al mercato nero è l’unica alternativa dato che molti ospedali hanno chiuso i cancelli e la gente muore in macchina o sdraiata per terra davanti ai pronto soccorso in attesa di un impossibile posto letto.
Continua a leggere sul blog di Gabriele Gallone – Esecutivo Nazionale Anaao Assomed

Il rischio “calcolato”. Fatevi il segno della croce (parte prima).

La pandemia sta decelerando e gli sforzi di contenimento insieme alla distribuzione dei vaccini sta funzionando?
La ripresa dei contagi è assai sostenuta. Molto più sostenuta di quanto sembri. L’estrema povertà dei Paesi più colpiti, le condizioni igieniche già precarie, il sovraffollamento e la mancanza di farmaci e vaccini non fanno che moltiplicare una situazione disastrosa.
Continua a leggere sul blog di Gabriele Gallone – Esecutivo Nazionale Anaao Assomed

Per criticare il Pnrr bisogna per forza passare per anti italiano?

Recovery Fund: non si restituisce il maltolto in posti letto e personale alla sanità ospedaliera né si apre ad una modifica della Governance delle aziende sanitarie. Forse come premio per avere evitato il collasso sociale e sanitario, l’ospedale non viene giudicato bisognevole di adeguati investimenti, se non nel parco digitale e tecnologico e nell’adeguamento alle norme antisismiche.
Pubblichiamo la lettera al Direttore di Quotidianosanità.it, del dott. Costantino Troise, Presidente Nazionale Anaao Assomed

Recovery plan: poche luci per la sanità. Mancano risorse per il personale

“Il Recovery Plan approvato dal Consiglio dei Ministri – commenta il Segretario Nazionale Anaao Assomed Carlo Palermo – smentisce la retorica versata a larghe mani sulla sanità pubblica durante 15 mesi di pandemia, a cominciare dalla sua assunzione come priorità della ricostruzione nazionale. Di fatto, la Sanità è tornata a essere Cenerentola, sia per l’esiguità delle risorse che le sono state destinate, sia per il fatto che nessun partito della variegata maggioranza ha ritenuto di farne la propria bandiera dentro il PNRR. I 15 mld sono appena l’8% del fondo europeo, molto meno di quanto destinato al superbonus edilizio, e si giunge a 20 mld solo con la “terza gamba” del disavanzo nazionale. Saranno fischiate le orecchie al MES, vero convitato di pietra”.

Grazie di cuore, Assessore

Grazie di cuore, Assessore L’Assessore alla Regione Piemonte, dottor Luigi Genesio Icardi, commenta un post su Facebook ringraziando di cuore. Il post è di un collega che sostiene l’utilizzo domiciliare dell’idrossiclorochina, della quercetina e della vitamina D, affermando di aver...

Lotta alle fake news

Dal Brasile sono arrivati in questi giorni veri e propri racconti dell’orrore con pazienti intubati da svegli, sepolture h24 e 7 giorni su 7, esaurimento delle scorte di ossigeno, impossibilità a trovare letti liberi.
Alla fine di marzo il Brasile ha superato i 300.000 decessi. Nel periodo più critico, 125 persone ogni ora morivano di COVID.
Continua a leggere sul blog di Gabriele Gallone – Esecutivo Nazionale Anaao Assomed

In ricordo dell’amico e collega Vittorio Grivet

All’inizio di Aprile è tristemente mancato Vittorio Grivet, nefrologo, fortemente impegnato nel periodo della sua attività professionale allo sviluppo della rete dei centri dialisi di Torino e alla organizzazione delle attività di FAD al nascere della stessa. Vittorio Grivet è stato anche un importante dirigente dell’Anaao Assomed piemontese dai primi anni ’80 al 2010. Segretario Provinciale di Torino, poi Segretario Regionale del Piemonte e infine Consigliere Nazionale.

Il rischio, i micromort ed i microtromb.

Il rischio è un concetto probabilistico: è la probabilità che accada un evento in grado di causare un danno alle persone.

Ciò che può provocare un danno è un determinato fattore che ha questo potenziale. Gli inglesi definiscono tali fattori con il termine hazard; in italiano ciò si traduce con il termine pericolo.
Continua a leggere sul blog di Gabriele Gallone – Esecutivo Nazionale Anaao Assomed