Medicina sempre più femminile. Ma non a tutti i livelli e non tutte le attività.

I risultati della fotografia scattata dalla Segretaria Regionale Anaao Piemonte, Chiara Rivetti: più donne medico ma non nelle posizioni apicali, maggiore richiesta di part-time e minore attività libero professionale rispetto ai colleghi uomini. “La strada è ancora lunga”.
Scarica la relazione completa
Leggi l’articolo su Quotidianosanità.it
Leggi l’articolo su La Stampa on line

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *