fbpx

Lettera aperta al Direttore Regionale Sanità

Una risposta

  1. Falcetta Riccardo ha detto:

    Penso che si capirà dalle prime mosse la direzione che prenderà questo giovane Direttore Generale dell’Assessorato alla Salute della Regione Piemonte.
    Se insisterà sulla privatizzazione oppure se punterà al recupero della sanità pubblica e dello spirito dell’art.32 della nostra Costituzione. Se smetterà di usare, come hanno fatto i suoi predecessori, la Sanità Regionale come Bancomat per finanziare “la sagra della salsiccia”, come recita una battuta ormai famosa nell’ambiente. Se parlerà di tempi o di tempo, se parlerà di ritmi o di armonie, se parlerà di efficienza o di efficacia e di appropriatezza, se parlerà di prezzo o di valore, se parlerà di denaro come costi, ricavi e bilancio oppure come investimento sulla comunità. Vedremo. In ogni caso auguri di buon lavoro. Con la consapevolezza da parte sua che, in ogni caso, avrà di fronte l’Anaao Assomed. Se contro o a favore dipende da come parlerà e agirà. In bocca al lupo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *