fbpx

Le 5 domande dell’Anaao Piemonte

Gli organici sono adeguati per fronteggiare eventuale terza ondata, anche alla luce della mancata sostituzione dei medici neolaureati, entrati in specialità?

I SISP funzionano? La ricostruzione dei contatti è efficiente?

Il personale medico è sufficiente per gestire l’eventuale terza ondata e contemporaneamente proseguire celermente con la vaccinazione?

I tamponi rapidi utilizzati riescono ad individuare le varianti?

Come procede la riorganizzazione del territorio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *