fbpx

Contratti Covid: Anaao aveva lanciato l’allarme mesi fa

Il servizio del TG3 Regionale ben riporta quanto già denunciato da Anaao Piemonte il 7 Dicembre 2020: per far fronte all’ondata pandemica in Piemonte sono stati contrattualizzati molti medici neo-laureati (486 esattamente), che poi hanno proseguito la loro carriera formativa e in gran parte sono entrati in specialità.

Seguire un corso di specializzazione è incompatibile con il contratto Covid e quindi i giovani medici hanno dovuto lasciare le ASL. E anche i colleghi dei reparti, che nei mesi li avevano aiutati ad acquisire competenze.

Ora i reparti sono sguarniti di personale, si affronta la terza ondata con pochi medici e nuovamente coinvolgendo i medici di specialità non equipollenti.

Ora si dice che un nuovo bando permetterà di contrattualizzare i nuovi specializzandi. PERMETTERÀ. Quando l’Anaao aveva dato l’allarme a Dicembre. Mentre l’ondata pandemica raggiunge il picco, aspettiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *