fbpx

Categoria: News

Notizie regionali di oggi martedì 28 gennaio

NOTIZIE SANITARIE REGIONALI
Lo Spiffero – Sbloccata la Città della Salute
Torinoggi.it – Sanità, Icardi: “Apriamo il confronto con il privato no profit, un valore aggiunto”
Corriere Torino – Il numero unico per le visite mediche parte bene ma non cancella le code
CronacaQui Torino – Boom di incidenti con stufe e camini «I ricoveri sono aumentati del 40%»
CronacaQui Torino – Disposta l’autopsia per la piccola Aurora Ora indagano anche i Nas dei carabinieri
CronacaQui Torino – Va a trovare la madre in ospizio e muore «Nelle struttura non c’era il defibrillatore»
CronacaQui Torino – Via al nuovo numero unico per visite e esami In appena cinque ore arrivano 3.612 chiamate
Giornale della Liguria e del Piemonte – Incidenti domestici, tre ricoverai in cinque giorni con ustioni gravi
Giornale della Liguria e del Piemonte – Ospedali: arriva il numero unico per le prenotazioni
Repubblica Torino – Numero unico per le visite, partenza a ostacoli – Sanità, una partenza a ostacoli per esami da prenotare al telefono
Repubblica Torino – “Troppi ustionati per l’uso di alcol siate più prudenti”
Repubblica Torino – Infarto sul letto della madre in clinica, nessuno interviene
Repubblica Torino – Sanità in Piemonte grande incompiuta
Stampa Torino – “La invitiamo a richiamare” La partenza difficile del Cup – La invitiamo a richiamare” Cup unico, partenza in salita
Stampa Torino – Ospedale, entro una settimana sarà completato il trasferimento nel nuovo polo di via Don Sapino
SANITA’ ALESSANDRIA
Secolo XIX Basso Piemonte – Morì in ospedale poco prima del parto «Sciagurata la scelta di mandarla a casa»
Stampa Alessandria – “Dimissioni sciagurate Bastava un antibiotico” – Ingrid si sarebbe salvata con gli antibiotici “Sciagurata la decisione di dimetterla”
SANITA’ ASTI
Stampa Asti – Chiuse le indagini sulla giovane mamma morta – Ingrid si sarebbe salvata con gli antibiotici “Sciagurata la decisione di dimetterla”
SANITA’ CUNEO
Gazzetta d’Alba – Il nuovo ospedale dell’Asl Alba-Bra costa 233 milioni
Gazzetta d’Alba – Nuovo ospedale: Ferrero entra nella Fondazione
Stampa Cuneo – Incontro sulla geografia della Sanità provinciale
SANITA’ VERCELLI
Stampa Vercelli – Pallet, la minoranza torna all’attacco sulla valutazione di impatto sanitario

Leggi gli articoli

Se questa non è una beffa

Dopo 13 anni di precariato allo zooprofilattico di Torino, per le colleghe veterinarie (entrambe di 40 anni e con 3 figli) ci sarà in concorso per la stabilizzazione, ai senso della legge Madia, ma i posti disponibili per loro sono in Liguria e a Vercelli. Che lavoro hanno fatto a Torino per 13 anni, se poi non servono più?

La lettera al Direttore Ferrari

AUGURI DI BUONE FESTE

Cari colleghi,
il 2019 è stato un anno importante per i dirigenti medici e sanitari del Piemonte.

Abbiamo vinto alla Città della Salute di Torino una causa d’appello sull’ingiusto taglio del fondo di posizione e forti di questa vittoria abbiamo avviato ricorsi in tutte le Asl.

Abbiamo incontrato due assessori, due commissioni regionali sanità ed esposto loro tutte le criticità del SSR.

Abbiamo impugnato davanti al TAR la delibera che permetteva ai centri privati accreditati di prescrivere con le dema visite ed esami. Ed abbiamo vinto, con sentenza passata in giudicato.

Abbiamo depositato due ricorsi contro la nomina di direttori universitari in reparti ospedalieri, pratica che si sta diffondendo e che ci toglie possibilità di carriera.

Abbiamo preso posizione sul progetto Parco della Salute di Torino e sull’ospedale unico del VCO.

Abbiamo organizzato un confronto elettorale sui temi della sanità tra i candidati alle regionali.

Abbiamo avviato indagini e fatto studi, stretto alleanze e collaborato con associazioni, sindacati, società scientifiche.

Abbiamo ottenuto una DGR che riconosce il disagio dei medici dell’emergenza-urgenza.

Abbiamo denunciato la carenza di specialisti e l’utilizzo delle cooperative, questo ed altri problemi sono stati ripresi pressoché quotidianamente dai media.

Abbiamo difeso gli iscritti nei consigli di disciplina, abbiamo bloccato delibere aziendali, inviato diffide e ci siamo confrontati con le direzioni.

Abbiamo firmato un contratto, che aspettavamo da 10 anni e che dà il via ad una nuova stagione di contrattazione.

Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro quotidiano e instancabile dei rappresentanti aziendali, che negli ospedali fanno attività sindacale generosa, competente ed indipendente. Tutto questo è stato possibile grazie a voi iscritti, che siete aumentati e ci dimostrate fiducia e sostegno.

Ma nonostante tutto questo le condizioni di lavoro sono gravose, il rischio di depotenziamento del pubblico a favore di un privato non complementare ma sostitutivo è altissimo, la carenza di specialisti è affrontata con soluzioni tampone al limite della legittimità, le scelte sono condivise solo dopo minaccia.

Sicuramente senza i nostri sforzi la situazione sarebbe peggiore dell’attuale. Ma sicuramente non dobbiamo cedere e continuare con una severa, forte e costruttiva attività sindacale.

Grazie per questo anno.
I migliori auguri di Buone Feste.
Anaao Assomed Piemonte

I licenziamenti tra i medici ospedalieri Piemontesi: i numeri ASL per ASL

Dal 1 Gennaio 2018 al 30 giugno 2019 in Piemonte, si contano 507 medici che hanno interrotto il rapporto di lavoro, escludendo i pensionamenti, i trasferimenti ed i decessi. Di questi, il 54% è rappresentato da colleghe donne.
In pratica il 6% del totale dell’organico si è licenziato nell’ultimo anno e mezzo, con una prevalenza del genere femminile.

Master in Etica, Deontologia e Politica Sanitaria

REQUISITI DI ISCRIZIONE

Il Master è rivolto a laureati in Medicina e Chirurgia, in Odontoiatria, o in altro corso di laurea almeno triennale con formazione di base in uno dei seguenti ambiti: scienze economiche, scienze giuridiche, scienze politiche.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE E MODALITÀ DI ISCRIZIONE

La quota di partecipazione al Master è complessivamente di € 2.500,00. Sono previste borse di studio. Le iscrizioni potranno essere effettuate tramite pec, fax, posta raccomandata o mediante consegna a mano. SEDE Le lezioni si svolgeranno presso la sede dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Torino, in Corso Francia n. 8

Scarica il volantino in formato .pdf

Incarichi ai medici senza specialità? Oltre ad essere contro la legge, espongono i tutor ad aumento di contenzioso medico-legale e i medici senza specialità a un precariato senza prospettive. Ma ci sono alternative per sopperire alle carenze. Le proposte di Anaao Piemonte

E così negli ultimi mesi sono già due le ASL che valutano, dopo concorsi ripetutamente deserti, di affidare incarichi a medici non specialisti.

Prima l’ASL Città di Torino per il DEA (bando bloccato dalla Regione), ora l’ASL TO4, per il DEA, la pediatria e l’ortopedia (ASL diffidata dall’Anaao).

Previdenza: consulenza personale gratuita agli iscritti Anaao Assomed

Riprende il servizio di consulenza previdenziale con esperti del settore: è possibile fissare appuntamenti nelle giornate di mercoledì 11 settembre e mercoledì 25 settembre, dalle ore 14.00 alle ore 16.30.
Sono previsti 30 min per appuntamento presso la sede ANAAO Piemonte, Corso Vinzaglio 14 Torino – cell. 392/9289175.

State sani, se potete. L’Italia senza medici. I dati Anaao sulla carenza di specialisti su LA REPUBBLICA

La copertina del quotidiano e le prime due pagine dedicate all’emergenza in corsia. Emergenza ormai non solo più per i medici e il personale sanitario ma anche per i cittadini.Sarà infatti  una estate da codice rosso per la sanità, mancano 8.000 medici nelle corsie italiane. Pensionamenti e ferie costringono gli ospedali da Nord a Sud a ridurre i ricoveri e gli interventi. Le testimonianze dei medici.
Leggi l’articolo