fbpx

Potenziare il filtro territoriale per salvaguardare gli ospedali

Torino, 9 marzo 2020
Prot. n. 181_2020

Alla c.a.
On. Alberto Cirio
Presidente Regione Piemonte

Dott. Luigi Genesio Icardi
Assessore alla Tutela della Salute e Sanità
Regione Piemonte

Dott. Mario Raviolo
Coordinatore Unità di Crisi Regione Piemonte

Stante la diffusione esponenziale dell’infezione da COVID-19 e le sempre maggiori richieste assistenziali della popolazione, riteniamo sia necessario potenziare l’assistenza territoriale dei pazienti, uniformando su tutto il territorio regionale l’attività della Medicina di famiglia.

A nostra conoscenza ci sono aree del territorio regionale che assicurano la massima copertura, con grande sacrificio e anche esposizione personale dei medici, altre invece carenti.

E’ necessario che i pazienti non si rivolgano ai numeri telefonici riservati all’Emergenza-Urgenza né che si presentino in PS.

E’ altresì necessario che l’assistenza per patologie differenti al coronavirus sia garantita, mentre i dati di ridotto afflusso in Dea potrebbero far pensare che anche pazienti con richieste appropriate abbiano deciso di non accedervi  per paura del contagio.

Riteniamo pertanto necessario che la Regione Piemonte segua l’esempio della Regione Toscana (Ordinanza che disposizione per medici di famiglia e pediatri di assicurare la contattabilità telefonica dalle 8.00 alle 20.00 nei giorni feriali e festivi) ampliando, per il periodo dell’emergenza,  la reperibilità telefonica e l’apertura degli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta.

La Segretaria Regionale
Dott.ssa Chiara Rivetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *