ANAAO ASSOMED PIEMONTE

ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

ANAAO ASSOMED PIEMONTE - ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

Ricorsi specializzandi

Si esaminano le varie cause pendenti promosse dall’ANAAO Piemonte negli ultimi 10 anni e gli aggiornamenti:

Ricordiamo che attualmente i ricorsi in atto sono :

– Ricorso principale, specializzandi ’83-’91: la sentenza di 1° grado del 23-9-2016, da parte del Tribunale Ordinario di Roma, seconda sezione civile, ha stabilito l’entità dei risarcimenti per circa 290 ricorrenti che avevano intrapreso l’azione giudiziaria tramite Anaao Assomed Piemonte. Siamo in attesa, a giorni, di ricevere la formula esecutiva della sentenza (sentenza, per così dire, ufficializzata e validata) cui farà seguito, entro un paio di settimane, il recepimento del giudizio da parte dei legali dell’Anaao (accettazione del verdetto dopo che il giudice ha corretto una serie di errori ed omissioni materiali che comparivano nella prima stesura della sentenza e che riguardavano nomi e cognomi di oltre 30 ricorrenti!!). Dalla data del recepimento (maggio), lo Stato avrà sei mesi di tempo per liquidare le somme dovute ai ricorrenti che hanno vinto la causa. Quindi, se tutto va bene, ci aspettiamo i rimborsi verso fine 2017.

Per quanto riguarda, invece, i ricorrenti che hanno perso la causa (circa una settantina) il tribunale ha respinto il loro ricorso perché immatricolati prima del 1983-84 o perché hanno conseguito diplomi di specializzazione non compresi nella direttiva “riconoscimento” della CEE del 1975. Contro questo giudizio, che non condividiamo, l’Anaao è ricorsa in Appello e la Corte d’Appello di Roma, prima sezione civile, ha fissato la prima udienza per il giorno 3 ottobre 2017.

Terremo tutti aggiornati, su questo sito, sugli sviluppi delle vertenze.

Per eventuali richieste di ulteriori chiarimenti, inviare una mail alla Segreteria Regionale all’indirizzo anaaopiemonte@gmail.com.

– Ricorso ANTE ’91 ricorso del 2010:
 21 ricorrenti iscritti Anaao. Citazione presso Tribunale di Roma R.G. 77178/10 – Dott. Mauro Giorgio + altri (specializzandi ante 1991). In primo grado la sentenza è stata negativa. Questo ricorso è stato effettuato nel 2010 per alcuni colleghi che non avevano infatti mai effettuato in precedenza alcun atto interruttivo della prescrizione. L’appello rinviato al 9 luglio 2013 è stato ulteriormente rinviato al 17 dicembre 2013.  In tale sede il Giudice ha rinviato per l’ultima udienza di precisazione delle conclusioni al  17/01/2017. Consigliamo comunque di visualizzare il precedente aggiornamento del 20 marzo 2012, del 24 settembre 2012 e del 16 ottobre 2012.

L’ultima udienza del Tribunale d’Appello prevista per il 17 gennaio 2017 è stata rinviata d’ufficio al 23 gennaio 2018!!

Purtroppo questi sono gli sconfortanti tempi della Giustizia italiana.

– Ricorso cosìddetto “dispersi”
: è in preparazione un ultimo ricorso, riguardo gli “ex specializzandi”, relativo a quei ricorrenti che avevano aderito all’iniziale causa avanti al Tribunale di Torino del 2002.

Il 30 Dicembre 2004 il Tribunale di Torino si era dichiarato giurisdizionalmente incompetente, indicando la competenza del TAR.
Con quest’ultimo ricorso si cerca di salvaguardare, per quanto possibile, l’interesse di quei ricorrenti che, per loro motivi, non avevano confermato la delega per il proseguimento della vertenza avanti al TAR.
Va detto che, in realtà, il loro diritto sarebbe ormai prescritto, ma nel dicembre 2014 si è tentato di sospendere la prescrizione decennale inviando una lettera interruttiva a favore di tutti.
Prossimamente all’esito del ricorso principale giunto alla sentenza di primo grado, sarà predisposto questo nuovo ricorso con procedura d’urgenza che permetterà di poter arrivare a sentenza in tempi più brevi.
Nell’immediato, però, sarà indispensabile un analitico controllo dei termini processuali e di prescrizione, anche in relazione agli ultimi indirizzi giurisprudenziali.