Responsabilità professionale. Con la nuova legge la task force di Lorenzin va ripensata

Al momento attuale sarebbe corretto e giusto dare ai professionisti coinvolti negli interventi della task force ministeriale, il famoso avviso della polizia statunitense: “Lei ha il diritto di rimanere in silenzio e qualsiasi cosa dirà potrà essere usata contro di lei in Tribunale. Ha diritto ad un avvocato, se non può permettersi un avvocato gliene sarà assegnato uno d’ufficio”
Leggi l’articolo di Carlo Palermo – Vice Segretario Nazionale Vicario Anaao Assomed – su Quotidianosanità.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *