Turchia. Erdogan fa arrestare 11 dirigenti del sindacato dei medici. La loro colpa? Avevano protestato contro i raid in Siria

L’associazione dei medici aveva denunciato l’operazione in Siria la scorsa settimana, dicendo: “No alla guerra, pace immediatamente”. A seguito di questa presa di posizione, il presidente Recep Tayyip Erdogan, ha messo il sindacato soto accusa per tradimento e ha fatto arrestare ieri gli 11 membri senior.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi anche Anaao Assomed, Aaroi Emac e Snr: “Rilasciare subito i medici” (Quotidianosanità.it)
Arresto del Consiglio della Turkish Medical Association, Anelli: «È come se avessero imprigionato tutti i medici del mondo» (Sanità24.it)

BURP del 1 febbraio

I provvedimenti della settimana
Concorsi

Notizie regionali del 1 febbraio

Piemonte. Entro aprile riforma dell’assistenza psichiatrica (Quotidianosanità.it)
Asl CN1, approvato il Piano delle performance 2018 (Quotidianosanità.it)
Leggi le notizie regionali 

Notizie regionali del 31 gennaio

Piemonte. Al via nuovo piano di edilizia sanitaria. Primi interventi per 72 milioni di euro (Quotidianosanità.it)
Al San Luigi di Orbassano è aumentata l’attività di week surgery (Quotidianosanità.it)
Leggi le notizie regionali

Specialisti Ssn, il rebus tra formazione e fabbisogni. Ecco l’algoritmo dell’Anaao

La formazione specialistica in Italia è un punto fondamentale delle agende politiche sia nazionale che regionali, perché su essa si basa il futuro del nostro Servizio sanitario nazionale (Ssn), anche se purtroppo non riceve l’attenzione critica che meriterebbe. Per questo Anaao propone una chiave di lettura tecnica, un algoritmo e una serie di proposte per un calcolo appropriato tra domanda e offerta, ampliando le possibilità del post lauream. Cinque i presupposti: facilitare il precoce ingresso nel Ssn; svincolare il percorso formativo dall’Università, almeno in parte; confrontarsi con l’Europa; prevedere una forma di part time ospedaliero in cui il giovane medico, adeguatamente tutorato, gradualmente “sostituisce” l’over 60 che potrà su base volontaria lavorare nel territorio; migliorare l’inquadramento previdenziale.
Leggi l’articolo completo su Sanità24.it

Orario di lavoro. Palermo (Anaao): “Ecco perché le nuove richieste dell’Aran sono illegittime”

La proposta presentata dall’Aran al tavolo di contrattazione del comparto sanità di limitare ad 11 ore il riposo successivo ad un prolungamento degli orari di lavoro oltre le 13 ore su un periodo di 24, appare illegittima ed espone l’eventuale accordo ad un intervento correttivo della Corte di giustizia europea.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Sanità espulsa da liste PD. Troise: “Stupefacente esclusione Gelli”

La decisione del PD di lasciare fuori la maggior parte di coloro che si sono occupati di sanità, a partire dal proprio responsabile del Dipartimento Sanità è stupefacente. Delle due l’una: o non interessa la materia, ed allora il programma sanità al quale ha lavorato Gelli è solo uno specchietto per le allodole, o non si ha fiducia in chi è stato chiamato a prepararla, ed allora non si vede perché affidargli l’incarico solo pochi mesi fa.
Leggi l’articolo  completo su Qutotidianosanità.it
Leggi anche Appello per candidatura Gelli (Quotidianosanità.it)

Privacy e data protection. Cosa fare in sanità per il countdown europeo del 25 maggio 2018

Entro quella data dovrà essere attuata la nuova disciplina UE che introduce un nuovo modo di pensare e gestire il trattamento dei dati. Il Regolamento richiede di effettuare una analisi del rischio dei dati trattati, implementare un sistema di gestione dei dati stessi ed essere in grado di dimostrare l’efficacia delle scelte fatte. Richiede quindi anche il coinvolgimento di competenze trasversali (legali, di sistema ed informatiche). Ecco i 10 step che da seguire per l’implementazione.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Piano nazionale cronicità. Marinoni e Spata (Fnomceo) membri della nuova Cabina di Regia

In qualità di rappresentanti della Fnomceo, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, Guido Marinoni e Gianluigi Spata faranno parte della Cabina di regia del Piano nazionale cronicità, che si è insediata pochi giorni fa. La Cabina ha il compito di coordinare a livello centrale l’implementazione del Piano e monitorarne l’applicazione. Il presidente della Fnomceo Anelli: “la gestione della cronicità permetterà di sbloccare le liste d’attesa”.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Il ministro della Salute scopre oggi le criticità del San Camillo di Roma

Gentile Direttore,
la segreteria Anaao del San Camillo dissente dalle parole del ministro Lorenzin che, intervenendo a Piazza pulita, apparentemente stupita per la gravità delle condizioni assistenziali presenti al San Camillo di Roma, ne chiede il commissariamento.
Leggi la lettera al Direttore di Quotidianosanità.it scritta da Sandro Petrolati – Segretario aziendale ANAAO Assomed

Notizie regionali del 30 gennaio

Asl TO3. L’assessore alla Sanità in sopralluogo al cantiere del Polo sanitario di Venaria (Quotidianosanità.it)
Leggi le notizie regionali 

ELEZIONI 2018: la sanità esplulsa dalle liste. Comunicato stampa Anaao Assomed

La decisione del Partito Democratico di lasciare fuori il proprio responsabile del Dipartimento Sanità, che da mesi sta coordinando i lavori per la stesura del programma per le elezioni, è stupefacente. Delle due l’una: o non interessa la materia, ed allora il programma è solo uno specchietto per le allodole, o non si ha fiducia in chi è stato chiamato a prepararla, ed allora non si vede perché affidargli l’incarico solo pochi mesi fa.
Leggi il comunicato

Tutela della salute, stop alle contrapposizioni: alla Sanità servono più Stato e più Regioni

La Winter School 2018 di Motore Sanità (Como, 24-26 gennaio) ha offerto il palcoscenico ad un costruttivo dibattito su un tema di estrema rilevanza sociale, etica, politica ed economica, ovvero la riorganizzazione del servizio sanitario nazionale tra centralismo e regionalismo, in un contesto caratterizzato da un cocktail potenzialmente letale per la sanità pubblica: imponente definanziamento pubblico contestuale alla revisione “al rialzo” dei nuovi LEA, boom della spesa privata complice una sanità integrativa ipotrofica e poco regolamentata, sprechi e consumismo sanitario alimentato da aspettative irrealistiche di cittadini e pazienti scarsamente alfabetizzati.
Leggi l’articolo completo su Sanità24.it

Ma perché tutti questi numeri insensati sulla sanità? Superficialità o anche interessi? Una cosa è certa: in sanità bufale e fake news sono particolarmente pericolose

Dall’invenzione della soglia Oms del 6,5% alle migliaia di morti per malasanità, fino ai milioni di italiani senza cure perché non avrebbero i soldi per pagarsele e alle decine di miliardi per corruzione e medicina difensiva. Unica consolazione, si fa per dire, è che in Italia l’informazione quantitativa è mediamente scadente (non sarà un caso che le Facoltà di Statistica hanno visto un calo di iscritti che le ha relegate a Dipartimenti di altre branche): quindi ci sta che qualche volta la lettura superficiale sia certamente stata fatta in buona fede. Ma il danno resta.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Legge Gelli e mancato rispetto della pianificazione condivisa delle cure: ritorno alla responsabilità contrattuale?

L’eventuale conflitto tra le due norme dovrà essere risolto anche a fronte dei principi di temporalità e specialità, essendo l’articolo 5 della legge sulle Dat successivo e regolante una fattispecie speciale rispetto al principio generale sancito dall’art. 7 della Legge Gelli. Si può pertanto escludere che l’esercente la professione sanitaria inadempiente rispetto alla pianificazione delle cure condivisa possa essere chiamato a rispondere di responsabilità contrattuale nei confronti del paziente.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it