Notizie nazionali dal 30 giugno al 2 luglio

ANAAO SUI MEDIA
24° Congresso Nazionale Anaao Assomed.
ANSA – Anaao elegge nuovo Segretario, Palermo in carica fino al 2022. “Contratto subito, attenzione a politiche di genere e a giovani”.
ANDKRONOS SALUTE – Carlo Palermo Segretario Nazionale Anaao Assomed. Il sindacato della dirigenza medica rinnova i vertici, un programma all’insegna della continuità.
SANITA’INFORMAZIONE – Anaao è Carlo Palermo il nuovo segretario: “Difenderemo universalismo Ssn. Su contratto ottimista, ma servono risorse per indennità di esclusività”.
LIBERO QUOTIDIANO – Carlo Palermo è il nuovo Segretario Nazionale Anaao Assomed. La nuova squadra Anaao Assomed.
IMGPRESS – Carlo Palermo è il nuovo Segretario Nazionale Anaao Assomed eletto dal 24* congresso che si concluso a Roma. Rimarrà in carica fino al 2022.
HEALTHDESK – Cambio al vertice dell’Anaao Assomed: Carlo Palermo è il nuovo segretario nazionale.
PANORAMA DELLA SANITÀ – Anaao Assomed rinnova i vertici: Carlo Palermo è il nuovo Segretario Nazionale.

Due medici su tre vengono aggrediti nei Pronto Soccorso. Intervista a Costantino Troise,
GR1 RADIO UNO – ore 08.00 del 2 luglio 2018

Occorre lavorare per un Ordine rifondato, autonomo ed autorevole. Troise, pretendendo di sostituire il cronometro allo stetoscopio.
IL DUBBIO

L’inchiesta. Pronto soccorso come il Far West. Aggrediti in servizio due medici su tre. Pazienti esasperati dalle code record nei reparti di emergenza senza vigilanza. Al Sud l’80% degli operatori sanitari subisce scatti d’ira, botte e intimidazioni. L’articolo riporta il sondaggio Anaao Assomed.
LA STAMPA

Il commento. Nuovi medici specializzazioni con più posti, di Valeria Strambi. L’articolo cita l’Anaao Assomed.
LA REPUBBLICA di FIRENZE

SICILIA. Augusta, al Muscatello pochi medici e infermieri. Alcuni movimenti hanno chiamato a raccolta i cittadini, dando vita ad un’assemblea per stilare la piattaforma delle rivendicazioni. L’articolo cita Giuseppe Vaccaro, Coordinatore Provinciale Anaao Assomed.
GIORNALE DI SICILIA

SANITÀ
Infezioni in corsia, 7 mila morti l’anno. Serve una decontaminazione efficace e tecnologicamente avanzata per fermare un’emorragia di vite che costa 8 milioni di euro di risarcimento.
IL TEMPO

Salute, raccolta dati limitata. Privacy sanitaria al restyling. Informazioni contenute in base alle necessità di cura.
ITALIA OGGI SETTE

Sanità privata, pagano i deboli più tutele con polizze e fondi. Gli italiani lo scorso anno hanno pagato di tasca propria complessivamente 39,7 miliardi per curarsi. Una quota più alta di quella degli USA. Questa è una delle principali fondi di diseguaglianza nel Paese: ma gli strumenti ci sono.
LA REPUBBLICA AFFARI&FINANZA

Lo Stato risparmia il cittadino paga. La spesa pubblica per la sanità in Italia è ferma. Cresce invece quella privata. Nel mondo sviluppato siamo tra quelli che impiegano meno risorse per la salute. Ecco i numeri.
L’ESPRESSO

Riforme. “Più sanità per tutti: universale e pubblica. Nel luglio di settant’anni fa Londra cambiò radicalmente le regole dell’assistenza medica e ospedaliera. Fu un successo. Nel dicembre di quarant’anni fa Roma rivoluzionò ancora una volta le cose. Fu un altro successo. Anche se poi…, di Maurizio Ferrera
CORRIERE DELLA SERA – LA LETTURA

STATALI
La riforma della Pa. Statali, premi ai dirigenti nei piani della Bongiorno. Parte domani all’Aran la trattativa sul contratto dei manager pubblici.
IL MESSAGGERO

PARLAMENTO
Tutti gli uomini della sanità. Tra vecchie conoscenze e volti nuovi ecco i componenti delle commissioni. All’esame numerose proposte di legge già depositate ad inizio legislatura.
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

PROFESSIONISTI
La grande crisi dei professionisti tiene i redditi sotto i livelli 2006. Dodici categorie su 18 sono tuttora lontane dai guadagni del 2006: in media -6,4%. Notai sempre primi, ma incassi quasi dimezzati.
IL SOLE 24 ORE

CONTI PUBBLICI
I conti che non tornano. Ministeri, sanità ed enti locali chi vince la gara degli sprechi.
IL MESSAGGERO

Leggi gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *