Rinnovo contratto: i medici e dirigenti sanitari chiedono un incontro alle Regioni per superare lo stallo della trattativa.

Al presidente del Cinsedo, Stefano Bonaccini e al Coordinatore della Commissione salute delle regioni, Antonio Saitta, i sindacati hanno chiesto la disponibilità a verificare se esiste la volontà politica per arrivare in tempi brevi alla chiusura del contratto di lavoro 2016-2018.
Leggi il testo completo

Contratto Governo. Anelli (Fnomceo): “Per la sanità è un buon inizio”

“In particolare – dice il presidente dei medici italiani – condividiamo il sostegno al Servizio sanitario nazionale e ai suoi obiettivi di universalità delle cure e di equità negli accessi, garantiti attraverso la solidarietà: la Sanità deve essere finanziata prevalentemente dal sistema fiscale, riducendo al minimo la compartecipazione dei cittadini”.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Cassazione. Non c’è responsabilità medica se alla dimissione il paziente non stava male

La cassazione (sentenza 21868/2018) ribalta le decisioni del tribunale di primo grado e della Corte di appello nei confronti di medici ginecologi che hanno dimesso una paziente dopo un aborto terapeutico in condizioni normali – aggravate poi per una serie di fatti – perché hanno agito secondo protocollo e scienza e coscienza.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Specializzazioni mediche. Fissata il 17 luglio la prova nazionale. Pubblicato il nuovo bando

È stato pubblicato il bando per l’ammissione alle Scuole di specializzazione di area sanitaria per l’anno accademico 2017/2018. Sono 6.200 i posti finanziati dal Miur ai quali si aggiungeranno quelli finanziati con risorse regionali, di altri enti pubblici e/o privati, e i posti riservati. Le iscrizione potranno essere effettuate, a partire dal 25 maggio, esclusivamente on line.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi anche Specializzazioni, pubblicato il bando 2017-18 per 6.200 contratti: prova nazionale il 17 luglio (Sanità24.it)

Troise (Anaao): “Al Governo del cambiamento chiediamo di rilanciare il ruolo del Ssn”

Questa la richiesta avanzata dal segretario nazionale Anaao in una lettera aperta indirizzata al prossimo esecutivo. “Chiediamo di preservarne l’universalismo e la sicurezza delle cure, arrestare la crescita delle diseguaglianze ricostruendo una sanità a pezzi. Il che certo richiede di rafforzare il finanziamento della sanità pubblica. Ma anche ri-capitalizzare il lavoro che ne è valore fondante, e sostenere le professionalità”
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi anche Anaao scrive al Governo che verrà: «Rilanciare il Ssn e ri-capitalizzare il lavoro in sanità» (Sanità24.it)

Cassazione. In mancanza del consenso informato il paziente deve dimostrare che avrebbe agito diversamente, ma resta danno alla sua capacità di autodeterminazione

La Corte di Cassazione (ordinanza 11749/2018) ha rinviato alla Corte di Appello una sentenza con cui si escludeva il risarcimento a un paziente male informato, per riesaminare il caso alla luce del danno da lesione del diritto di autodeterminazione, provocato appunto dalla mancanza di un corretto consenso informato.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Def. Caparini (Regioni): “Con taglio di 1 mld per pagare il contratto a rischio Lea, turnover, farmaci salvavita e eliminazione superticket”

Così il rappresentante della Conferenza delle Regioni, commentando l’audizione sul Def nelle Commissioni speciali di Camera e Senato. “In Europa, con il 6,6% siamo il Paese che ha il rapporto più basso tra spesa sanitaria e Pil, insieme alla Grecia. Il trend degli ultimi sei anni va invertito, serve un nuovo programma per l’edilizia sanitaria, bisogna investire in persone, competenze e infrastrutture”. “Si sono fatti grandi proclami per aver aggiornato dopo 15 anni i Livelli essenziali di assistenza, ma si continua a tagliare i fondi destinati alle Regioni per poterli garantire”
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi anche Spesa sanitaria italiana sotto soglia sicurezza Ocse? Basta con le balle (Quotidianosanità.it

I rischi nascosti dietro la laurea “pseudo” abilitante

Gentile direttore,
in questi giorni l’argomento della laurea abilitante (o meglio “pseudo” abilitante) è argomento di dibattito fra gli studenti universitari. Devo confessarle che la novità è stata accolta con generalizzata, e a mio avviso giustificata, perplessità. Le nuove norme sull’abilitazione alla professione da medico chirurgo prevedono due novità fondamentali:a)possibilità di effettuare il tirocinio post laurea di tre mesi durante il 5 e 6 anno e b)nuova modalità dell’esame di stato.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Aran, contratti integrativi 2017: quasi tutti “economici” e nel Ssn la dirigenza fa la parte del leone

Nel 2017, secondo il report preliminare dell’Aran che si basa sulla “Procedura unificata di trasmissione dei contratti integrativi” via web, i contratti integrativi sono stati in tutto 14.641, suddivisi fra i diversi comparti di contrattazione. Il 3,1% del totale riguarda il Ssn che ha il record di accordi con la dirigenza rispetto a tutti gli altri comparti.
Leggi  l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Fabbisogno specialisti. Anaao Giovani: “Il rinvio in Conferenza Stato Regioni mina la sopravvivenza del Ssn”

I giovani camici bianchi auspicano quindi che i “Governatori delle Regioni facciano la loro parte ed investano sul futuro della loro Sanità che passa necessariamente dalla formazione dei medici Italiani”. Anche sulla mancata istituzione della laurea abilitante parlano di vittoria a metà: “Si sperava nella totale soppressione dell’esame di stato, non nella sua modifica”
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi anche Fabbisogno specialisti, Anaao giovani: «La mancata intesa Stato-Regioni mina la sopravvivenza del Ssn» (Sanità24.it)

Medicina. Ecco come e quando si applicherà il nuovo esame di Stato. Le indicazioni delle Università

Il nuovo regolamento entrerà in vigore nel 2019, ma la prima tornata del nuovo esame di stato potrà svolgersi solo nel luglio 2020. La Presidente della Conferenza Permanente dei Presidenti dei corsi di Laurea, in una lettera, chiede l’appoggio di Presidi, Inter-collegio, Fnomceo e studenti per sollecitare a Mef, Salute e Miur anche un finanziamento ad hoc.
Leggi  l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Legge Lorenzin. In GU il comunicato di costituzione del Centro di coordinamento nazionale dei comitati etici territoriali

Il centro di coordinamento, previsto dalla legge Lorenzin sul riordino delle professioni sanitarie e le sperimentazioni cliniche, ed istituito presso l’Aifa, svolgerà compiti di coordinamento, di indirizzo e di monitoraggio delle attività di valutazione degli aspetti etici relativi alle sperimentazioni cliniche sui medicinali per uso umano, demandate ai comitati etici territoriali.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Agenas: via libera in Stato Regioni al nuovo statuto dell’Agenzia

La proposta di adeguamento dello Statuto di Agenas è stata redatta in base alla legge di Bilancio 2018 che ha stabilito la rideterminazione della dotazione organica in 146 unità e all’aggiornamento dei nuovi compiti intervenuti dal 2014 in poi. Lo Statuto presenta una riorganizzazione interna che prevede quattordici uffici dirigenziali non generali, di cui due Aree dirigenziali di livello non generale con funzioni di coordinamento degli uffici dirigenziali non generali che gli fanno capo denominate rispettivamente “Area Amministrativa “ e “Area tecnico – scientifica” e dodici uffici dirigenziali di livello non generale.
Leggi  l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Flat tax e finanziamento del Ssn. Siamo sicuri che i conti tornino? Cosa rischia la sanità

Il finanziamento del Ssn si basa sulla capacità fiscale regionale, e corretto da alcune misure perequative. Al finanziamento del Ssn concorrono l’Irap, l’addizionale regionale all’Irpef e la compartecipazione all’Iva. Con la flat tax si rischia un calo di 58 mld rispetto a quello Irpef attuale. Numeri che non potrebbero essere compensanti dalla sola emersione dell’imponibile finora nascosto da evasione o elusione. Diventerebbe necessaria una forte razionalizzazione delle “tax expenditures”, o il Ssn pubblico e universalistico potrebbe diventare economicamente insostenibile
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Corruzione in sanità. Cantone (Anac): “Il problema esiste ma i numeri che circolano sono bufale e leggende metropolitane”

“Diffido e contesto ogni valore scientifico sui numeri della corruzione in sanità: non ci sono cifre e rapporti chiari, non ci sono dati affidabili e credibili. Quando si legge di decine di miliardi volatilizzati in corruzione dobbiamo sapere che anche queste news sono bufale e leggende metropolitane. Allarmismi che non contribuiscono forse a concentrarsi davvero sul problema”. Così il presidente Anac al XVIII Convegno nazionale dell’Associazione Italiana Ingegneri Clinici a Roma.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it