Biotestamento. Il paziente potrà abbandonare le terapie. Ma il medico potrà opporre rifiuto, anche se le volontà dell’assistito dovranno comunque essere rispettate dalla struttura. Approvati gli articoli 1 e 2. Si riprende domani

Queste le novità apportate con l’approvazione dell’articolo 1 emendato. In serata ok anche all’articolo 2 su minori e incapaci. Un primo emendamento ha sancito il diritto dei pazienti di abbandonare le terapie. Un secondo emendamento prevede il divieto dell’accanimento terapeutico aprendo alla sedazione palliativa profonda continua. Infine un altro emendamento stabilisce che a fronte del rifiuto di un trattamento sanitario da parte del paziente “il medico non ha obblighi professionali”. “Obbligo che resta comunque in capo alla struttura”, dice la relatrice Lenzi. Ma sul punto emergono dubbi dei 5 Stelle.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *