ANAAO ASSOMED PIEMONTE

ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

ANAAO ASSOMED PIEMONTE - ASSOCIAZIONE MEDICI DIRIGENTI

Testamento biologico. Ecco la sintesi e il testo del ddl per l’esame del Senato dopo ok Camera

ll ddl, licenziato lo scorso 20 aprile dall’Aula della Camera, affronta i temi del consenso informato, disciplinandone modalità di espressione e di revoca, legittimazione ad esprimerlo e a riceverlo, ambito e condizioni, e delle disposizioni anticipate di trattamento, con le quali il dichiarante enuncia, in linea di massima, i propri orientamenti sul “fine vita” nell’ipotesi in cui sopravvenga una perdita irreversibile della capacità di intendere e di volere.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Quando il ricovero non serve. Ancora troppo alti i tassi di ospedalizzazione per molte patologie che dovrebbero essere curate nel territorio

Nuova puntata della nostra analisi sulle SDO 2015. Questa volta abbiamo analizzato i tassi di ospedalizzazione di patologie come il diabete non controllato, il diabete con complicanze, l’insufficienza cardiaca, l’asma nell’adulto, le malattie polmonari croniche ostruttive, l’influenza nell’anziano e le patologie correlate all’alcol. In questi casi, secondo il ministero della Salute, valori più bassi di ricovero  significano migliore efficienza dell’assistenza sanitaria nel suo complesso, sia come efficacia dei servizi territoriali, sia come ridotta inappropriatezza del ricorso all’ospedalizzazione.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Def 2017. “Più risorse per la sanità nel prossimo Def e nella legge di Bilancio”. Il parere della commissione Sanità del Senato

Questa una delle nove osservazioni inserite dai senatori della XII commissione all’interno del parere favorevole. Tra queste anche l’individuazione di uno o più indicatori di salute individuale e collettivi, la certezza dei finanziamenti per un arco temporale di almeno un triennio, una tutela della salute uniforme da Nord a Sud del Paese, e il ripristino della natura dei ticket come strumento di regolazione della domanda e non come fonte di finanziamento del Ssn.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it
Leggi anche Def. Garavaglia (Regioni): “Patto con lo Stato per il sociale e per gli investimenti”. Ma sui Ticket avverte: “Attenti a fughe in vanti pericolose. Non si può togliere da una parte e metterlo dall’altra” (Quotidianosanità.it)
Il Senato sul Def 2017: «Ossigeno alla spesa sanitaria, ticket e contratti» (Il Sole 24 Ore Sanità.it)

Biotestamento. La Camera approva la legge. Le DAT non saranno vincolanti per il medico se “inappropriate”. Il M5S prova ad inserire norme eutanasiche, ma l’Aula si oppone

Il provvedimento ha ricevuto il via libera con 326 pareri favorevoli, 268 contrari e 6 astenuti. Il testo passerà ora al Senato per l’approvazione definitiva. Approvati oggi l’articolo 3, con un contestato emendamento grazie al quale il medico potrà non tener delle DAT “manifestamente inappropriate”, il 4 sulla pianificazione condivisa delle cure, il 5 sulle norme transitorie ed il 6 contenente la clausola di invarianza finanziaria. Proprio per questo motivo non è stato possibile istituire il registro nazionale delle Dat.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it

Biotestamento. Il paziente potrà abbandonare le terapie. Ma il medico potrà opporre rifiuto, anche se le volontà dell’assistito dovranno comunque essere rispettate dalla struttura. Approvati gli articoli 1 e 2. Si riprende domani

Queste le novità apportate con l’approvazione dell’articolo 1 emendato. In serata ok anche all’articolo 2 su minori e incapaci. Un primo emendamento ha sancito il diritto dei pazienti di abbandonare le terapie. Un secondo emendamento prevede il divieto dell’accanimento terapeutico aprendo alla sedazione palliativa profonda continua. Infine un altro emendamento stabilisce che a fronte del rifiuto di un trattamento sanitario da parte del paziente “il medico non ha obblighi professionali”. “Obbligo che resta comunque in capo alla struttura”, dice la relatrice Lenzi. Ma sul punto emergono dubbi dei 5 Stelle.
Leggi l’articolo completo su Quotidianosanità.it